Labico

di Giovanni Petta – foto di Marcella Cicchino

panchina

Forse non si ripeterà mai più
quel momento di pace e tenerezza
sentirsi uniti dentro all’universo
l’abbraccio che dissolve l’uno e il tutto

e poi il vortice di rocce e di pianeti
la vertigine di baci che sconvolge
e tutto è fuori e tutto sta lì dentro
tutto decade e tutto si fa eterno

Tu ne hai avuto paura e la tua colpa
porta anche me, innocente, nell’inferno.
Dovrei rimuginare la tua pena

immaginare il fuoco e la tortura
per vivere in eterno di vendetta.
Invece resto fermo nell’amore.

Una risposta a "Labico"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...